Quando: 
26 Aprile 2022
Dove: 
Via IV Novembre, 66
Descrizione: 

Cari Concittadini e Care Concittadine almennesi

L’anniversario della liberazione dal nazifascismo di quest’anno, il settantasettesimo, ricade in un momento difficile e delicato per il nostro paese e per l’Europa in generale.

Mentre ci stiamo con fatica lasciando alle spalle il drammatico periodo della pandemia, che tante sofferenze ha provocato nel mondo e anche nella nostra comunità, ecco una nuova minaccia incombere: la guerra in Ucraina e, più in generale, lo spettro di uno scontro militare più ampio, che ci riporta indietro nel tempo ai conflitti del secolo scorso.

Un conflitto che sta provocando morti, feriti e enormi sofferenze nella popolazione civile ucraina; per questo il nostro auspicio è che si possa pervenire al più presto ad un “cessate il fuoco” e ad una pace duratura.

Nel frattempo vogliamo oggi ricordare tutti coloro che tanti anni fa hanno combattuto per liberare il nostro paese dal regime nazifascista, e lo facciamo oggi con questa cerimonia commemorativa promossa con la collaborazione della Sezione almennese dell’Associazione Combattenti e Reduci, presieduta da Luigi Bonanomi, che ringrazio per l’impegno e la passione che mette ogni anno nell’organizzazione di questa giornata.

Grazie anche ai rappresentanti delle autorità civili, militari e religiose presenti e ai rappresentanti delle numerose associazioni del nostro paese; dallo scorso anno è peraltro attiva sul nostro territorio anche la neonata sezione valdimagnina dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, alla quale diamo il nostro benvenuto.

Come avviene ormai da tre anni a questa parte proseguiamo il nostro percorso di conoscenza e di approfondimento del movimento resistenziale almennese guidati dal nostro insigne storico prof. Ermanno Arrigoni, che ha predisposto anche quest’anno un breve contributo scritto, dal titolo “L’Alpino e il Medico: storia di due almennesi protagonisti della resistenza” (che potete trovare in allegato a questo messaggio), che ci illustra le biografie dei partigiani Carlo Frigeni e Salvatore Di Nardo.

Esempi fulgidi, insieme a quelli di tanti altri partigiani, di coraggio e di amore per la patria e per la libertà; è grazie a tutti loro che oggi l’Italia è un paese libero, pacifico e democratico. Non dimentichiamolo mai.

Viva il 25 Aprile! Viva la Liberazione! Viva l’Italia! Viva la Pace!

Il Vostro Sindaco Arch. Alessandro Frigeni